Progetto Villa 5

Il progetto

Il progetto Villa 5 nasce nel 1999 da un'idea di Arci valle susa e ARCST Lega Coop, che propongono il progetto di ristrutturazione di una villa dell’ex Ospedale Psichiatrico, ora Parco della Certosa.

Il progetto s’inserisce coerentemente all’interno delle linee programmatiche dell’Amministrazione collegnese - che lo fa suo - per il superamento definitivo della caratterizzazione sanitaria di quest’area e intende valorizzare tale risorsa arricchendola di spazi “vissuti” quotidianamente, con progetti a forte valenza sociale e culturale e servizi qualificati che mettano al centro le persone quale principale energia trasformatrice che agisce sull’ambiente per “ripararlo”.

Nel 2002 viene approvata e finanziata la domanda di ammissione di questo progetto.

Nel febbraio 2003, a seguito di apposita gara in cui si presenta progetto di ristrutturazione e gestione e l’impegno a coprire il co-finanziamento pari al 30%, viene aggiudicata la concessione dei lavori e dell’immobile e la gestione delle attività per 19 anni al raggruppamento composto da arci valle susa, coop. sociale atypica, coop. sociale La Talea, associazione di promozione sociale asylum, coop. Di Vittorio e coop. Rondine 92, ora consorzio o.n.d.a. – Organizzazione Noprofit Donne Associate.

Nel marzo 2003 si dà avvio al cantiere che si chiude nell’estate 2004.