I soggetti proponenti

 

I soggetti proponenti

La lunga esperienza, la forte tipicità di ogni soggetto facente parte del raggruppamento e la grande sinergia che in esso si sviluppa, crediamo siano garanzia di qualità della progettazione e solidità nella gestione.

Le esperienze ultradecennali:

- della Cooperativa Sociale La Talea (la prima cooperativa di donne residenti in Italia e provenienti da Paesi non facenti parte dell’U.E.), nell’apertura e gestione del primo Hamamm in Italia,

- della Cooperativa Sociale Atypica, nei progetti per la prima infanzia e della formazione,

- dell’Arci, nello sviluppo di reti di associazioni e luoghi di socialità della cultura, dell’enogastronomia di qualità a forte ecocompatibilità nella promozione di azioni e percorsi progettuali nell’ottica delle pari opportunità dello sviluppo di una cultura delle differenze, della valorizzazione della cultura e delle politiche di genere, attuati anche attraverso l’esperienza ultima del Centro Donna di Collegno,

- della Cooperativa Di Vittorio e Rondine 92, nel grande impegno e attività per lo sviluppo qualitativo del territorio rispetto alla residenzialità

sono elementi sostanziali e peculiari per lo sviluppo di questo progetto che si caratterizza per l’ottica di genere, per la lotta al lavoro sommerso di alcune tipologie professionali e di alcuni soggetti, per la qualità e l’innovazione nei servizi, per la sua dimensione fortemente sociale, nella convinzione - confortata dall’esperienza - che lo sviluppo di una comunità ed il miglioramento della qualità della vita dei suoi cittadini passi necessariamente dal coniugare l’implicita vocazione sociale dell’Amministrazione Pubblica e del sistema no profit con le opportunità di sviluppo del lavoro e del mercato, nel rispetto della persona, dell’ambiente e del contesto territoriale.

La pluralità di ottiche e di competenze tra questi soggetti genera pluralità di azioni e coinvolge una pluralità di attori, partecipanti e fruitori, in un’ottica di empowerment e di sviluppo di comunità