La Sala Polivalente e il centro socioculturale enogastronomico Asylum

 

La Sala Polivalente e il centro socioculturale enogastronomico Asylum: attività culturali e servizi di ristorazione

La sala polivalente per le attività culturali e formative è connessa ad Asylum e quindi ai servizi bar e ristorazione; in questo modo si concatenano altri spazi che rendono concreto quell’aspetto sinergico che consideriamo tra i punti di forza di questo progetto.

Le attività improntate sull’offerta di occasioni di socialità di proposta culturale non omologata, si coniugano con la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini attraverso una scelta di campo rispetto all’offerta dei cibi, che vengono preparati esclusivamente con prodotti biologici, al recupero e alla salvaguardia delle tradizioni culinarie del territorio, diffondendo i prodotti locali, specie quelli di nicchia e i vini di alta qualità anch’essi biologici e promuovendo iniziative in rete con i produttori locali per la diffusione e il sostegno di marchi di qualità nel solco della tradizione di Arci Gola-SlowFood.

La grande sala polivalente - attrezzata con nuove tecnologie che rispondono alle esigenze di polifunzionalità - durante il giorno ospiterà corsi di formazione, laboratori artistici, conferenze, stage di perfezionamento, seminari, ecc.. Sarà quindi uno spazio utilizzabile sia dai soggetti che operano nella Villa che da soggetti esterni che necessitino di spazi attrezzati per attività di questo tipo. La sera sarà lo spazio degli eventi culturali: mostre, concerti, performance teatrali, incontri e dibattiti, ecc... Lo spazio verrà dunque gestito dalla Coop. Atypica in collaborazione con l’associazione Asylum (affiliata ad arci) e Alma Teatro.

Si registra inoltre una domanda delle compagnie teatrali, che difficilmente trova risposta nella provincia di Torino, di spazi attrezzati per prove e per montare spettacoli, da utilizzarsi generalmente almeno per il fine settimana; dato il carattere non giornaliero dell’attività vi è una conseguente domanda di servizi di ospitalità e di ristorazione che qui troverebbero soddisfazione.

Le Coop. Atypica e La Talea nella propria esperienza di laboratori di linguaggi espressivi hanno sempre avuto stretti legami con quelle esperienze al femminile connesse alla pratica artistica contemporanea, con quella realtà fatta di donne migranti e native con modelli culturali diversi, con diversi stili e linguaggi che da tempo, spesso senza spazi di visibilità indaga e interpreta l’universo femminile. Questo spazio vuole diventare osservatorio, palestra e luogo della visibilità di queste esperienze.
L’arci valle susa da 20 anni su questo territorio è il principale soggetto associativo che organizza spazi culturali, sociali e aggregativi per i cittadini, con esperienze di eccellenza anche dal punto di vista enogastronomico.